Sedanini all’uovo con farine naturali e Pasta Maker

Con questa ricetta diamo inizio ad una serie di ricette in stile vivolutivo, preparate con farine naturali realizzati con Philips Pasta Maker Viva Collection ricevuta per regalo dalla mia sorellina.

Questa è una delle tante prove fatte con farine naturali, ed è quella che forse è riuscita meglio.

Ne seguiranno diverse, a distanza di un po’ di tempo naturalmente dato che essendo comunque degli alimenti concessi nella mia alimentazione, il consumo deve essere limitato nell’arco della settimana.

Vi dico subito che non si scosta di molto dalla mia ricetta di pasta all’uovo con farine naturali fatta a mano, senza quindi l’uso della Pasta Maker. Te la inserisco di seguito se vuoi dare un’occhiata.

pasta all’uovo senza Pasta Maker

Sono infatti partita proprio da questa ricetta e con alcune prove, non tantissime circa 3, sono riuscita a tirare fuori dei sedanini perfetti.

Una volta pronti li ho fatti asciugare senza più toccarli per circa 30 minuti fino a quando li ho versati in acqua salata a bollore e li ho fatti cuocere per circa 2 minuti, controllando la cottura già dopo un minuto.

Ho saltato in padella con frutti di mare e una crema di riso fatta in casa.

La crema di riso è stata preparato con il riso liofilizzato @mellin_official (quello che si usa nelle pappe per bimbi nel periodo dello svezzamento) condita con sale e olio evo.


Seguimi sui social per avere ricette sfiziose, alternative e con ingredienti naturali nel tuo feed.

Se sei curioso di conoscere quali ingredienti e utensili utilizzo, vieni a sbirciare nella mia cucina (shop)!


Sedanini all’uovo con farine naturali e Pasta Maker

Sedanini all'uovo con farine naturali, polvere di barbabietola realizzati con Philips Pasta Maker Viva Collection.
Due impasti con 5 minuti di riposo ed un'estrusione.
Idratazione al 37% + un uovo
Ancora nessun voto
Preparazione 15 min
Cottura 2 min
riposo tra i due impasti 5 min
Tempo totale 22 min
Portata Impasti
Cucina Italiana
Porzioni 3 persone

Utensili

  • Pasta Maker
  • ciotola
  • frusta a mano
  • recipiente o vassoio

Ingredienti
  

  • 225 g mix universale di farine naturali (150g farina di riso+50 fecola di patate + 25 amido di tapioca)
  • 20 g farina di teff senza glutine
  • 3,5 g xantano
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai olio evo
  • 90 ml acqua bollente
  • 1 cucchiaino polvere di barbabietola
  • 1 pizzico sale

Istruzioni
 

  • Miscelare bene le farine del mix universale di farine naturali con una frusta a mano
  • Aggiungere lo xantano, la farina di teff e la polvere di barbabietola e continuare a miscelare per almeno 1 minuto
  • Preparare l'emulsione di liquidi aggiungendo nel misurino in dotazione, l'uovo e l'olio evo, sbattendo leggermente con un cucchiaino o una forchetta
  • Collegare la Pasta Maker alla presa elettrica e ruotare la manopola di comando per selezionare il processo automatico
  • Aprire il coperchio e aggiungere il mix di farine, facendo attenzione a non aggiungerle direttamente dentro il tubo di pressione
  • Richiudere il coperchio e avviare la Pasta Maker con il pulsante di Avvio/Pausa
  • Non è ancora il momento di aggiungere i liquidi nel vano per impastare. Versare i liquidi solo dopo alcuni secondi che è in funzione la macchina
  • Aggiungere i liquidi in questo ordine: prima l'emulsione di uovo e olio evo a filo tramite i fori sul coperchio
  • Quando iniziate a vedere che si iniziano a creare dei piccoli grumi aggiungere l'acqua bollente sempre a filo tramite i fori sul coperchio
  • A questo punto lasciare impastare (Non fate come me che fisso la macchina)
  • Quando sentite un segnale acustico e vedete che il tubo di pressione inizia a girare antiorario, fermate l'esecuzione e ruotate la manopola su off. Avete quindi bloccato la fase di estruzione della pasta
  • Attendete circa 5 minuti, se vedete che ci sono grumi grandi aprite con il coperchio e sgretolateli con le mani
  • A questo punto riavviate la macchina sempre ruotando la manopola su Auto e procedete al secondo ciclo. Vedrete che la macchina ricomincia da zero facendo un secondo impasto e dopo circa 3 minuti inverte il verso ed inizia con la fase di estrusione
  • Se i primi vengono male o frastagliati, rompeteli con le mani e premendo prima il pulsante di Pausa, aprite il coperchio e ributtateli dentro. Riazionate la macchina con il pulsante Avvio
  • Posizionare un recipiente al di sotto dell'uscita
  • Tagliare la pasta alla lunghezza desiderata per l'apposito accessorio per la pulizia o con un accessorio tagliapasta
  • Una volta adagiati i sedanini, non dovranno più essere toccati, altrimenti si spezzeranno
  • Quando anche il processo di estrusione avrà completato, la macchina emetterà alcuni segnali acustici

Note

Consigli e suggerimenti utili
La macchina Viva Collection lavora bene con queste quantità:
Non meno di 200g o più di 400g di farina (consigliato dal produttore)
Non versare la farina nel tubo di pressione, potrebbe essere non mescolata in maniera uniforme.
Il normale processo automatico della macchina prevede la fase di impasto e la fase di estrusione e dura circa 12 minuti, in quello descritto in questa ricetta verranno eseguiti due cicli di impasto ed uno di estrusione.
Addensante Necessario
Un addensante come lo xantano è necessario per legare le farine naturalmente prive di glutine e non può essere omesso.
Se si utilizzano farine senza glutine differenti da quelli indicati in ricetta si potrebbero avere risultati differenti.
A differenza di altre ricette online che suggeriscono un elevato contenuto di xantano, io preferisco aggiungere l’uovo e ridurre la quantità di xantano. 
Se si è allergici o intolleranti all’uovo probabilmente dovete rivedere le dosi della ricetta.
Cosa fare se si nota un avanzo di impasto?
Ruotare prima la manopola in posizione OFF e poi in posizione di ulteriore fuoriuscita dell’impasto(segnata con un +)
Quale è il tempo di cottura della pasta?
Dipende dalle farine utilizzate ed è quindi opportuno assaggiare la pasta già dopo il primo minuto in acqua salata bollente. Questa che vedete è stata cotta per circa 2 minuti.
Non toccare la pasta dopo la fuoriuscita
Questo è un segreto importante da non sottovalutare. La pasta che fuoriesce dalla macchina è calda in quanto nella fase di estrusione c’è un riscaldamento meccanico dell’impasto. Una volta tagliati e adagiati su di un vassoio la pasta tenderà a seccarsi. Il mio consiglio e di non toccare la pasta fino a quando non la “butterete nell’acqua bollente” per non comprometterne la rottura.
Far asciugare la pasta
Ho fatto asciugare la pasta per almeno 30 minuti coperta da un canovaccio fino a quando li ho versati in acqua salata a bollore.

Se ti è piaciuta, non dimenticare di condividere la ricetta con chi vuoi!
E se la rifai non dimenticare di taggare o menzionare @vivolutivo per supportarmi in tutto il lavoro di ricerca che c’è dietro le mie ricette.
Parola Chiave impasto con farine naturali
Hai provato a replicare la ricetta?Condividila! Tagga @vivolutivo e fammi sapere se ti è piaciuta!
Se ti è piaciuto condividi!